The Wake | La Biennale Di Dakar 2024

La 15° edizione (dal 16 maggio al 16 giugno 2024) esplorerà la relazione tra arte, società, il clima e la storia, in particolare nel contesto di Dakar. Invocando un risveglio alle crisi sociali e ambientali che il mondo sta affrontando, la biennale pone lɜ artistɜ come motori di una nuova narrazione globale.

di GRIOT - Pubblicato il 18/03/2024
Sethembile Msezane, Dwala Lam, 2021. COURTESY Dak'Art 2022

Cinquantotto artistɜ provenienti dall’Africa e dalla sua diaspora saranno presenti alla biennale. Lavorando tra disegno, realtà virtuale, suono, scultura e fotografia, includono Adel Adessemed, Sara Altantawi, Hiba Baddou, Youness Ben Slimane, Hicham Berrada, Dalila Dalleas Bouzar, Slimen El Kamel, Majida Khattari, Faten Rouissi, Youssef Taki Miloudi e Ghizlane Sahli.

La Biennale Dak’Art 2024, con la direzione artistica di Salimata Diop, si articolerà in diverse mostre allestite in vari luoghi di Dakar. Kara Blackmore, Marynet J e Cindy Olohou cureranno On s’arrêtera quand la Terre rugira (Ci fermeremo quando la Terra ruggirà), mostra speciale che riunisce le opere di dieci artistɜ internazionali che ruotano intorno alle questioni urgenti che riguardano la crisi ecologica contemporanea ed esaminano come i suoi effetti siano più profondamente sentiti dai Paesi che ne sono meno responsabili.

Il Museo delle Civiltà Nere (Musée des civilisations noires) presenterà una vetrina di padiglioni nazionali, la Maison de la Culture Douta Seck e la Galerie nationale d’art ospiteranno invece mostre che renderanno omaggio rispettivamente ad Anta Germaine Gaye e allo scomparso Mouhamadou N’doye (N’doye Douts), con Salimata Camara e Sylvain Sankalé quali rispettivɜ curatorɜ. Kalidou Kassé curerà una mostra intitolata Collectionneurs, mentre una sezione dedicata al design si terrà nello spazio Ndary Lo, all’interno del Vecchio Palazzo di Giustizia, a cura del designer Ousmane Mbaye.

Dak’Art 2024 prevede anche una serie di tavole rotonde in francese e inglese che ruotano attorno al tema della biennale, organizzate presso il Museo delle Civiltà Nere e Vecchio Palazzo di Giustizia di Dakar. Le conversazioni si svolgeranno al mattino, seguite da tavole rotonde partecipative e performance di artistɜ nel pomeriggio, sempre presso l’Antico Palazzo di Giustizia.

Lista dellɜ artistɜ selezionatɜ

1. Adel ADESSEMED, ALGERIA
2. Sara ALTANTAWI, EGITTO
3. Clay APENOUVON, TOGO – FRANCIA
4. Hiba BADDOU, MAROCCO
5. Oumar BALL, MAURITANIA
6. Mugabo BARITEGERA, REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO
7. Sonia BARRETT, GIAMAICA – REGNO UNITO
8. Arebenor BASSENE, SENEGAL
9. Ama BE, GHANA – STATI UNITI
10. Youness BEN SLIMANE, TUNISIA
11. Hicham BERRADA, MAROCCO – FRANCIA
12. DALILA DALLEAS BOUZAR, ALGERIA – FRANCIA
13. Agnes BREZEPHIN, FRANCIA
14. Jenna BURCHELL, SUD AFRICA
15. Sika DA SYLVEIRA, BENIN
16. Elladji Lincy DELOUMEAUX, FRANCIA
17. Aliou DIACK, SENEGAL
18. DIODOS Collective, ARGENTINA – MESSICO
19. MOHAMED DIOP, SENEGAL
20. Senami DONOUMASSOU, BENIN
21. Sokari DOUGLAS- CAMP, NIGERIA
22. Slimen EL KAMEL, TUNISIA
23. Samuel GELAS, FRANCIA
24. Astrid GONZALEZ, COLOMBIA
25. Thonton KABEYA, REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO
26. Tahir Carl KARMALI, KENYA – SEYCHELLES
27. Majida KHATTARI, MAROCCO
28. Pascal KONAN, COSTA D’AVORIO
29. Collectif LO-DEF Film Factory, SUD AFRICA
30. MAD IN PIXEL, SENEGAL
31. Romane MADEDE-GALAN, FRANCIA
32. Marie Claire Messouma MANLANBIEN, COSTA D’AVORIO – FRANCIA
33. Martin Lukongo MASUDI, REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO
34. Primo MAURIDI, REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO
35. Wilfried MBIDA, CAMERUN
36. Tuli MEKONDJO, ANGOLA – NAMIBIA
37. Stéphanie MELYON Reinette, FRANCIA
38. Siwa MGOBOZA SUD AFRICA
39. Maya MIHINDOU, GABON – FRANCIA
40. Youssef Taki MILOUDI, MAROCCO – SPAGNA
41. Lizette NIN, REPUBBLICA DOMENICANA
42. Ronald ODUR, UGANDA
43. Masud OLUFANI, SIERRA LEONE
44. Nengi OMUKU, NIGERIA
45. Nyaba Leon OUEDRAOGO, BURKINA FASO
46. Abdou OUOLOGUEM, MALI
47. Sidney REGIS, FRANCIA
48. Faten ROUISSI, TUNISIA
49. Ghizlane SAHLI, MAROCCO
50. SHIVAY la Multiple, FRANCIA
51. Jake Michael SINGER, SUD AFRICA
52. Dior THIAM, SENEGAL – GERMANIA
53. Gina Athéna ULYSSE, STATI UNITI
54. Skumbuzo VABAZA, SUD AFRICA
55. Ezra WUBE, ETHIOPIA – STATI UNITI

Segui GRIOT Italia su Facebook, @griotmagitalia su Instagram Iscriviti alla nostra newsletter

Questo articolo è disponibile anche in: en

Art & Culture, Music, Photography, Style, Video
GRIOT

Condividere. Ispirare. Diffondere cultura. GRIOT è uno spazio nomadico, un botique media e un collettivo che produce, raccoglie e amplifica Arti, Cultura, Musica, Stile dell’Africa, della diaspora e di altre identità, culture e contaminazioni.