MOTHERLAND ▷ MUNA MUSSIE

In occasione della mostra SEDIMENTS. After Memory, Muna Mussie ci parla di የቦሎኛ ጎዳና | اینولوب عراش | Bologna St. 173 (Riverberi Roma) (2021-2022), mostra-installazione che ruota intorno al concetto di memoria personale e storica e di casa transitoria e precaria. SEDIMENTS. After Memory, a cura di Johanne Affricot ed Eric Otieno Sumba, è apaerta al pubblico dal 30 giugno al 4 settembre 2022, al museo Mattatoio, Roma.

di GRIOT - Pubblicato il 29/08/2022
Muna Mussie davanti a un elemento della sua installazione ጎዳና ቦሎኛ | بولونیا شارع | Bologna St. 173 (Riverberi Roma)SPAZIO GRIOT al Mattatoio.

In ‘የቦሎኛ ጎዳና | اینولوب عراش | Bologna St. 173 (Riverberi Roma)’ l’artista continua la sua indagine sulla memoria, legata ai Congressi Festival Eritrei che, tra il 1974 e il 1991, hanno radunato a Bologna migliaia di eritreз provenienti da tutto il mondo a sostegno della lotta per l’indipendenza eritrea.

Nello spazio troviamo esposti numerosi netsela, tipico tessuto in garza di cotone bianco, sui quali sono state ricamate le sigle dei tanti movimenti che si sono costituiti durante la resistenza eritrea. I netsela sono tradizionalmente utilizzati dalle donne eritree in vari eventi e occasioni quotidiane, riparano dal sole, dal freddo, cingono il capo o le spalle, si fanno casa e qui, ora presenti in mostra, come a ri-definire una geografia affettiva, politica e il suo retaggio storico.

Per Bologna St. 173 (Riverberi Roma), su invito di SPAZIO GRIOT l’artista introduce un nuovo elemento: un video del festival in loop, accompagnato dal racconto di una giovane donna eritrea nata a Bologna St. ad Asmara, attraverso il quale crea un collegamento tra i suoi ricordi di Bologna-città e i ricordi di Bologna-strada della donna intervistata.

Muna Mussie (Eritrea 1978, vive e lavora a Bologna) inizia il suo percorso artistico nel 1998 formandosi e lavorando come attrice e performer. Il lavoro di Mussie, tra gesto, visione e parola, indaga i linguaggi della scena e delle arti performative per dare forma alla tensione che scaturisce tra differenti poli espressivi.

Creato e diretto da | SPAZIO GRIOT
Video e montaggio | Atlantide

SEDIMENTS. After Memory
A cura di | SPAZIO GRIOT
Promossa da | Roma Culture e Azienda Speciale Palaexpo
Co-prodotta e organizzata da | SPAZIO GRIOT in collaborazione con Azienda Speciale Palaexpo
Main Sponsor | GUCCI
Con il sostegno di | Museo delle Civiltà
In collaborazione con |  American Academy in Rome, British School at Rome, British Council
Sponsor Tecnico | Orbita Spellbound

Motherland ▷ è la rubrica di GRIOT TV che racconta attraverso brevi documentari tutte quelle figure del mondo della cultura, delle arti, della creatività e della società che ci ispirano di più. Dall’Africa e dalla sua diaspora. Dall’Italia. Dal mondo.

Segui GRIOT Italia su Facebook, @griotmagitalia su Instagram Iscriviti alla nostra newsletter

Questo articolo è disponibile anche in: en

Art & Culture, Music, Photography, Style, Video
GRIOT
+ posts

Condividere. Ispirare. Diffondere cultura. GRIOT è uno spazio nomadico, un botique media e un collettivo che produce, raccoglie e amplifica Arti, Cultura, Musica, Stile dell’Africa, della diaspora e di altre identità, culture e contaminazioni.