Minted In Enemy Bronze | Justin Randolph Thompson In Mostra A Roma

La prima personale in Italia dell'artista statunitense, presenta una dozzina di film dedicati all’estrazione di storie “Nere” in Italia, sviluppate attraverso dialoghi e scambi con studiosɜ, artisɜ e attivistɜ. La mostra sarà accompagnata da un programma pubblico di eventi.

di GRIOT - Pubblicato il 07/11/2023
Minted in Enemy Bronze, 2023, Poster, Justin Randolph Thompson. Photo: Bradly Dever Treadaway

L’8 novembre 2023 alla British School at Rome l’artista Justin Randolph Thompson presenta la prima restituzione di Minted in Enemy Bronze, una pratica filmica decennale e in divenire. La ricerca della mostra è stata sostenuta parzialmente con il finanziamento dell’Italian Council 2021. La mostra è la prima personale dell’artista in Italia, che presenta una dozzina di film dedicati al ritrovamento delle storie Nere in Italia. Il progetto include Al Lettore Benevolo, presentato al Museo MADRE di Napoli nel 2022 e They Remain, presentato al MUCEM di Marsiglia nel 2023. Il progetto si compone di dialoghi e scambi avvenuti negli ultimi anni con studiosɜ, artistɜ e attivistɜ Nerɜ in luoghi impregnati di tensione atmosferica.

Thompson, che da due anni è Research Fellow presso la British School at Rome, si avvale di metodologie, storie e ricerche prese in prestito da iniziative quali Black History Month Florence e The Recovery Plan (di cui è co-fondatore e direttore) ponendo al centro del proprio lavoro la presenza Nera nella storia italiana. Film sperimentali, oggetti scultorei e suoni diventano così elementi di un’installazione che sfida la stabilità dei muri istituzionali, mettendo in luce le assenze dell’archivio.

Testi di Antonella Bundu, Thelonious Stokes, Janine Gäelle Dieudji, Daphne Budasz, Jermay Michael Gabriel, Antar Marincola, Tatjana Lightbourn, Jason Thompson, Sadi, Dudù Kouate, Angelica Pesarini, Bradly Dever Treadaway, Lucrezia Cippitelli e Simone Frangi costituiscono una parte della mostra che esiste come deposito di ricerche incompiute. Le opere sonore di Dudù Kouate, Sadi, Jermay Michael Gabriel, Brandon Ross e Jason Thompson ne costituiscono l’ambiente sonoro.

Programma pubblico

La mostra è arricchita da un programma pubblico che prevede proiezioni di film, live performance, dialoghi con studiosɜ, operatori e operatrici culturali ed è un invito ad approfondire il lavoro e la ricerca di Thompson.

Gli eventi comprendono:

  • 8 novembre 2023 | Every Thrust from Within or Without proiezione del film e performance con Jermay Michael Gabriel durante l’inaugurazione della mostra presso la British School at Rome, via Gramsci 61, Roma
  • 15 novembre 2023 ore 19 | From the Campidoglio to the Zoo, proiezione del film, performance e incontro con Dudù Kouate presso il Museo delle Civiltà (Palazzo delle Arti e Tradizioni Popolari) in Piazza Guglielmo Marconi 8, Roma
  • 21 novembre 2023 ore 18 | Parascintille, proiezione del film con una performance sonora di Sadi e un incontro con il curatore di film Greg De Cuir presso l’American Academy in Rome in via Angelo Masina 5, Roma

Justin Randolph Thompson è un artista, facilitatore culturale ed educatore che vive tra l’Italia e gli Stati Uniti dal 1999. È co-fondatore e direttore del Black History Month Florence e di The Recovery Plan. Thompson ha ricevuto, tra gli altri, un Creative Capital Award 2022, un Italian Council Research Fellowship 2020, un Louis Comfort Tiffany Award, un Franklin Furnace Fund Award e un Visual Artist Grant dalla Fundación Marcelino Botín. Le sue opere e performance sono state esposte in numerose istituzioni, tra cui il Whitney Museum of American Art, il Centro de Arte Reina Sofía e l’American Academy di Roma, e fanno parte di numerose collezioni, tra cui lo Studio Museum di Harlem e il Museo MADRE. La sua vita e il suo lavoro cercano di approfondire le questioni relative alla stratificazione culturale e all’arroganza della permanenza, promuovendo progetti che collegano il dibattito accademico, l’attivismo sociale e le strategie di networking fai-da-te in forme annuali e biennali di raccolta, condivisione e collettività.

Jermay Michael Gabriel è un artista transdisciplinare italo-etiope-eritreo nato ad Addis Abeba. Vive e lavora a Milano, dove ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Brera. Il lavoro di Michael Gabriel si basa su uno sforzo sperimentale, spesso estremo, di resistere alla permanenza e all’elusività dell’archivio coloniale italiano attraverso la sovversione dei suoi simboli di potere.

Dudù Kouate è nato in Senegal nel 1963 da una famiglia di griot, noti per essere i conservatori delle tradizioni culturali e musicali africane. Polistrumentista, Kouate suona attraverso i generi musicali dell’afro-jazz, della musica moderna, tradizionale e contemporanea. Membro stabile dal 2017 dello storico Art Ensemble di Chicago, con cui ha inciso un disco e suonato in tutto il mondo, si è esibito a Santiago a Praia per l’Atlantic Music Expo di Capo Verde e in quasi ogni angolo del pianeta: dal prestigioso Kennedy Centre di Washington (USA) al Festival Assilah in Marocco, passando per l’Australia, il Sud America e la Russia.

SADI/Sam Barreto Cardoso Bertoldi è un musicista sound-artist che condivide il suo lavoro dal 2007. Nato come percussionista e polistrumentista, nel periodo tra il 2007 e il 2012 ha lavorato come musicista di sessione con diverse etichette discografiche italiane ed europee, spaziando dal pop, rock e jazz alla musica elettronica sperimentale. Sadi produce musica sperimentale/ambientale e glitch per installazioni d’arte contemporanea e performance di danza. La sua ispirazione è la natura e crea i suoi progetti artistici e concettuali, sia contemporanei che astratti, invitando a immergersi in un mondo di sogni surreali, sperimentando l’errore tecnologico, le tessiture di suoni ambientali e l’interpolazione di ritmi interrotti. Ricercatore della percezione sonora del sistema cognitivo-emozionale ed eco-sistemico dei condizionamenti, Sadi è attivamente impegnato nella composizione di colonne sonore per spettacoli e produzioni di danza contemporanea, teatro contemporaneo, installazioni artistiche in musei e gallerie d’arte e collabora con artisti della scena musicale nazionale e internazionale sia per la performance dal vivo che per l’arrangiamento discografico.

JUSTIN RANDOPLH THOMPSON
Minted in Enemy Bronze
8 Novembre – 8 Dicembre
The British School at Rome
Via Gramsci 61, Roma
Inaugurazione: 8 novembre 2023
18:00 – 20:30
Orari di apertura
da lunedì a venerdì,
dalle 15:00 – 19:00

Segui GRIOT Italia su Facebook, @griotmagitalia su Instagram Iscriviti alla nostra newsletter

Questo articolo è disponibile anche in: en

Art & Culture, Music, Photography, Style, Video
GRIOT
+ posts

Condividere. Ispirare. Diffondere cultura. GRIOT è uno spazio nomadico, un botique media e un collettivo che produce, raccoglie e amplifica Arti, Cultura, Musica, Stile dell’Africa, della diaspora e di altre identità, culture e contaminazioni.