Il Moro Di Daphne Di Cinto Vince Ai Fabrique Du Cinéma Awards

Il corto, il cui protagonista principale è interpretato dall'attore Alberto Malanchino, ha vinto il premio Miglior Cortometraggio Italiano.

di GRIOT - Pubblicato il 27/12/2021
Da sinistra, Alberto Malanchino (Alessandro de' Medici). Daphne di Cinto, regista de Il Moro, Lorenzo Tronconi (Jacopo da Cesano e interprete della canzone originale). Foto via facebook

Dopo una serrata e appassionata campagna di raccolta fondi per raccontare la storia del primo duca di Firenze e primo capo di stato Nero nel mondo occidentale, il cortometraggio Il Moro ha ottenuto il suo primo riconoscimento cinematografico italiano nell’ambito della settima edizione dei Fabrique du Cinéma Awards 2021, in una serata di gala tenutasi il 22 dicembre al Teatro Sala Umberto di Roma.

Daphne Di Cinto, regista de Il Moro.

Il cortometraggio, in gara con altri sei titoli, è stato premiato da una giuria presieduta dall’attore e regista Alessandro Gassmann, affiancato dall’attrice Maya Sansa, madrina della serata, dalla scrittrice Michela Murgia, dal giornalista e sceneggiatore Andrea Purgatori, dallo scrittore Enrico Pandiani, dal fumettista Giacomo Bevilacqua e dal cantautore Alex Britti.

Daphne Di Cinto, regista del film, ha commentato così la sua vittoria sui social: “In inglese c’è un detto, ‘When in Rome, do as the Romans do’… ma quando vai a Roma e scopri che un posto per te non esiste, te ne vai, in giro per il mondo… poi torni a Roma e vinci un premio, per la tua prima regia, che parla di un personaggio che fa parte della tua storia, il cui posto è stato oscurato per secoli. L’Italia e l’Europa hanno bisogno di più rappresentazione non solo davanti alla camera, non solo per “seguire una moda”, ma anche e soprattutto dietro, ai tavoli dove vengono create le storie che vanno a formare il mondo intorno a noi. Spero, in poco tempo, di essere solo una delle tante scrittrici e registe Europee nere o con background migratorio che verranno riconosciute.”

Segui GRIOT Italia su Facebook, @griotmagitalia su Instagram Iscriviti alla nostra newsletter
+ posts

Condividere. Ispirare. Diffondere cultura. GRIOT è uno spazio nomadico, un botique media e un collettivo che produce, raccoglie e amplifica Arti, Cultura, Musica, Stile dell’Africa, della diaspora e di altre identità, culture e contaminazioni.