Gucci Sta Cambiando Le Regole Del Gioco | Davvero?

di GRIOT - Pubblicato il 06/02/2017

Le regole del gioco pare stiano cambiando nel fashion system e il team creativo di Gucci sta seguendo questo flusso apparentemente con molta fluidità, secondo alcuni sta decisamente dettando legge.

L’arrivo di Alessandro Michele come direttore creativo ha portato alla maison fiorentina una ventata di freschezza, nuove prospettive e un livello del fashion e del lusso fuori dall’ordinario.

Molto criticato inizialmente, il giovane romano classe ’72 ha saputo imporsi in pochissimo tempo, ormai le sue proposte androgine non fanno quasi più notizia perché tutti lo hanno copiato.

Di recente però sulle pagine social del brand sono apparsi dei video casting sulla campagna F/W 2017 con solo ed esclusivamente modelli neri. La domanda nasce spontanea: dove sono finiti tutti gli altri modelli? Perché solo neri? È una mossa di marketing?

Secondo alcune  rivelazioni si tratta di un lavoro svolto dalla famosa agenzia inglese Midland di Walter Pearce e Rachel Chandler, nota per le collaborazioni con Junya Watanabe, Hood by Air, Stussy, and more, che si è sempre distinta per la ricerca di nuovi canoni estetici.

Un dettaglio che ha senza dubbio attratto il marchio della doppia g, che, lanciato nella sua rivoluzione estetica, vorrebbe forse segnare un nuovo step, diverso dal passato, diverso da quando Barbara Nicoli – ai tempi casting director per Frida Gianni – dichiarò “Gucci non ha mai avuto un alto numero di ragazze nere nelle sfilate perchè nella mente di Frida [Giannini, ex direttore creativo di Gucci]  lei vuole un certo tipo di ragazze, – non importa di che colore siano.”

Facile no? Lei non vuole e noi non lo facciamo. Sono le regole del gioco.

Segui GRIOT Italia su Facebook, @griotmagitalia su Instagram Iscriviti alla nostra newsletter
+ posts

Condividere. Ispirare. Diffondere cultura. GRIOT è uno spazio nomadico, un botique media e un collettivo che produce, raccoglie e amplifica Arti, Cultura, Musica, Stile dell’Africa, della diaspora e di altre identità, culture e contaminazioni.