X-Factor 10 | Nel nome del padre, del figlio e dello spirito dei Soul System. Amen

X-Factor 10 | Nel nome del padre, del figlio e dello spirito dei Soul System. Amen


Sono passati solo quattro giorni dalla nostra partecipazione al panel Stay Black! organizzato da Jazz:Re:Found e ieri sera siamo andati a dormire con il sorriso, cullati dalle note di “She’s like a star” l’inedito dei Soul System, i vincitori della 10° edizione di X-Factor.

E meno male che erano stati scartati dal loro stesso giudice. E meno male che erano più un gruppo da matrimonio – senza nulla togliere a quelli che cantano ai matrimoni…da qualche parte bisognerà pur cominciare.

Noi che lo scorso week-end sottolineavamo quanta poca attenzione viene riservata dai media, dagli addetti ai lavori e dalle case discografiche agli artisti black italiani quando si parla di black music [ma anche di altri rami creativi] oggi ci ritroviamo felicemente bombardati da queste cinque facce veronesi-bresciane: Alberto, Ziggy, Leslie, Joel e David.

Ha vinto il talento, ha vinto la forza, ha vinto l’energia e la freschezza. Hanno vinto i Soul System. Scelti dal pubblico. Punto.

Se andate a farvi un giro sulla pagina di X-Factor, l’Italia che riconosce il talento, ieri si è fatta sentire. E si sta facendo ancora sentire. Forte e chiaro.

– “Facciamo vincere l’ORIGINALITÀ, facciamo vincere l’innovazione. Sono un gruppo unico, di copie ce ne sono già abbastanza. Forza Soul” scrive Riccardo.

– “Finalmente non vince il solito ragazzino /ragazzina con una bella voce ma senza niente di che…finalmente qualcosa di diverso. Poi sono troppo bravi !!” scrive Elena.

– “Alla fine sono gli unici a non essere mai stati a rischio eliminazione, poi è bellissimo vedere dei ragazzi di colore con l’accento veronese! Questa è l’Italia che mi piace. Alvaro Soler però non se li meritava..” scrive Samantha.

– “Finalmenteeeee qualcosa di nuovo e potente no le solite lagne Dajeee!!!!🔝🔝🔝🔝” scrive Frida.

– “Percorso perfetto fin dai casting…e pensare che non dovevano neanche esserci nel serale…Soul System i migliori i Vincitori✌👊👊🏿” scrive Daniel.

– “Basta fare polemica! SOUL SYSTEM avevano già vinto! Sono sicura che faranno strada! E per fortuna quest’anno ha vinto qualcuno che non fa cadere le palle come gli altri anni!grandi!!! 🔝🔝 scrive Elena.

– “I soul system hanno vinto perché sono stati coerenti dall’ inizio alla fine..non hanno mai mollato un colpo..davono il meglio di loro stessi dall’ inizio alla fine. Anche durante forte tensione riuscivono a rimanere professionali!! Non hanno meritato di vincere ma di STRAAAAA VINCERE!
Questa è la dimostrazione che lavoro duro, impegno e dedicazione al massimo vengono premiati, Bravi !!!
👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏,” scrive Priscilla.

Bravi, bravi davvero! Il talento ha potuto più dei pregiudizi ed ha visto in finale un gruppo multietnico ed una ragazza di origini rom. Felicissima di vedere i milioni di voti che hanno preso entrambi ☺,” scrive Sandra.

Un’Italia che lancia anche delle sonore frecciatine alla politica.

– “Quando vincono il “no” al referendum e i “Soul System” ad X Factor, torni a fare pace col tuo paese,” tuona Hanna Lise.

– “E mo chi glie lo dice a Salvini?” scrive Saverio.

E Andrea Scrosati, responsabile non sportivo dei contenuti Sky, chiude in bellezza:

Nel nome del padre, del figlio e dello spirito dei Soul System. Amen.

SEGUI GRIOT Italia su Facebook, Instagram e Twitter

Vuoi segnalare un tuo progetto o news che vorresti leggere su GRIOT? Scrivi a info@griotmag.com

The following two tabs change content below.
Johanne Affricot

Johanne Affricot

Cultura, arti, musica, viaggi: vivrei solo di questo. "Culture curator e activator" per passione e missione. La curiosità è il mio pane quotidiano. Estremamente golosa, non provate mai a fare la scarpetta nel mio piatto: potrei anche mordere.