Virgil Abloh è il nuovo direttore creativo di Louis Vuitton

Virgil Abloh è il nuovo direttore creativo di Louis Vuitton


Non che la notizia ci abbia sorpresi, considerato che stiamo parlando di un Signor creativo che senza alcuna formazione nel mondo della moda è riuscito a chiudere svariate collaborazioni con i più rinomati brand di moda e alcune prestigiose istituzioni culturali, ma sapere che il 37enne head designer di OFF-WHITEmarchio che ha riscontrato un enorme successo negli ultimi anni e che ha fondato a Milano solo nel 2014sarà il nuovo direttore creativo di Louis Vuitton conferma quanto essere visionari faccia la differenza.

Originario del Ghana, nato e cresciuto a Chicago, laureato in ingegneria civile e architettura, l’uomo dalle mille visioni in un’intervista con il The New York Times ha dichiarato che questo nuovo viaggio nel mondo del lusso è sempre stato tra i suoi obiettivi e sogni, aggiungendo: “Quest’opportunità di mostrare alle generazioni più giovani che non esiste un’unica via per puntare a questa posizione è un fantastico modo di cominciare.”

“La prima cosa che farò sarà quella di definire nuovi codici,” ha continuato parlando del manuale di otto pagine che ha realizzato per definire il nuovo corso di Louis Vuitton. “La mia musa, la mia principale fonte di ispirazione sono sempre state le persone e quello che indossano, e sono veramente entusiasta di poter creare una versione di lusso.”

E non è un caso che l’azienda francesce abbia puntato su di lui, visto che vuole avvicinarsi ai millenials. Abloh si destreggia abilmente in questo mondo e sa perfettamente come tradurne gusti e aspettative, essendo uno dei più conosciuti e seguiti principi dello streetwear.

La sua prima collezione Louis Vuitton (Autunno/Inverno 18-19) verrà presentata a giugno durante la Settimana Moda Uomo di Parigi.

SEGUI GRIOT Italia su Facebook e griotmag su Instagram e Twitter | Iscriviti alla nostra newsletter

Immagine di copertina | via

Vuoi segnalare un tuo progetto o news che vorresti leggere su GRIOT? Scrivi a info@griotmag.com

The following two tabs change content below.
Johanne Affricot

Johanne Affricot

Cultura, arti, musica, viaggi: vivrei solo di questo. "Culture curator e activator" per passione e missione. La curiosità è il mio pane quotidiano. Estremamente golosa, non provate mai a fare la scarpetta nel mio piatto: potrei anche mordere.