La Guarimba Film Festival illumina l’estate calabrese

La Guarimba Film Festival illumina l’estate calabrese


Ci sono ottime notizie per gli amanti del cinema, soprattutto se calabresi o turisti in visita nel Bruzio. Infatti dal 7 all’11 agosto il Parco La Grotta di Amantea, in provincia di Cosenza, ospiterà La Guarimba Film Festival.
griot mag La Guarimba festival calabria_AmanteaLa rassegna, giunta alla sua la quinta edizione, avrà come tema principale la propaganda durante la Guerra Fredda e presenterà il meglio del cortometraggio e dell’illustrazione mondiale. I 55 lavori in gara, scelti tra gli 898 che hanno partecipato alla selezione da ogni angolo del mondo, competeranno nelle quattro categorie in concorso: fiction, documentario, animazione e videoclip musicale.

La Guarimba è un festival che esplora gli orizzonti della cinematografia nato dal desiderio del calabro-venezuelano Giulio Vita, dell’illustratrice venezuelana Sara Fratini e del collettivo spagnolo di artisti audiovisivi e critici cinematografici El Tornillo De Klaus, di “riportare il cinema alla gente e la gente al cinema”, promuovendo valori di democrazia partecipativa, integrazione e accessibilità.

griot-mag-la-guarimba-festival-calabria_amantea-barbora_idesova

Illustrazione di Barbora Idesova, Slovacchia

Negli ultimi cinque anni questo variegato team di creativi ha perseguito questo obiettivo tramite una serie di progetti realizzati in Calabria, come la riparazione di un vecchio cinema di 938 posti ad Amantea, la creazione di La Scuola Delle Scimmie, un corso di formazione di cinema e di illustrazione indipendente per 45 ragazzi, e l’organizzazione della prima conferenza europea di Vimeo.

Inoltre, grazie al bando MigrARTI del MIBACT, La Guarimba organizza da ormai due anni anche “Cinema Ambulante: storie di integrazione”, una rassegna cinematografica e scuola di cinema ed illustrazione gratuita per italiani e rifugiati che ha già prodotto 7 documentari ed ha fondato la Biblioteca Guarimba.

griot mag La Guarimba festival calabria_Amantea-Caribay_Marquina

Illustrazione di Caribay Marquina, Venezuela

La Guarimba è chiaramente molto di più di un film festival: l’edizione di quest’anno offrirà workshops per grandi e piccoli, una serie di conferenze con ospiti illustri come Sam Morrill, curatore di Vimeo, e Tilman Scheel di Reelport, con cui la Guarimba realizzerà la prima video-libreria del corto in Calabria; ma ci saranno anche cinema a 360°, realtà virtuale e tante première italiane, tra cui quella di The Full Story, di Daisy Jacobs, che nel 2015 ha ricevuto una nomination agli Oscar.

Il 6 agosto durante il pre-festival, Venezuela Libre parlerà della situazione attuale della nazione sudamericana e del modello chavista, con la presentazione di una serie di corti documentari realizzati durante le manifestazioni a Caracas da registi locali. L’11 agosto il focus sarà sul cinema africano con la proiezione, in collaborazione con l’associazione spagnola-senegalese Karmala Cultura, di corti fuori concorso di giovani registi africani.

Un’altro appuntamento imperdibile della rassegna è la mostra dedicata all’illustrazione Artists For La Guarimba, a cura di Sara Fratini, in cui verranno esposte le interpretazioni della locandina del festival realizzate da illustratori di tutto il mondo.

griot mag La Guarimba festival calabria_Amantea-Killien_Huynh_Vietnam

Illustrazione di Killien Huynh, Vietnam

Insomma se non vi avessimo ancora dato abbastanza motivi per partecipare a questa incredibile celebrazione del cinema internazionale, sappiate che per di più l’ingresso è gratuito.

Potete consultate il programma completo qui.

SEGUI GRIOT Italia su Facebook e @griotmag su Instagram e Twitter

Illustrazione di copertina | Max Fiedler, Germania – Tutte le altre immagini | Courtesy of La Guarimba

Vuoi segnalare un tuo progetto o news che vorresti leggere su GRIOT? Scrivi a info@griotmag.com

The following two tabs change content below.
Celine Angbeletchy

Celine Angbeletchy

Sono una persona molto eclettica con un’ossessione per la musica e la sociologia. Nata e cresciuta in Italia, Londra è diventata la mia casa. Qui creo beat, ballo, canto, suono, scrivo, cucino e insegno in una scuola internazionale.