Kanye Prezzemolo West | Artista o genio del marketing?

Kanye Prezzemolo West | Artista o genio del marketing?


Nelle ultime settimane Kanye prezzemolino West è apparso un pò ovunque. Venti giorni fa ha lanciato il video “Only One”, girato da Spike Jonze (regista di “Lei” –Her). Sir Paul McCartney alla tastiera, il video mostra un West inedito, molto dolce, camminare insieme alla figlia North in un campo isolato, avvolto da una leggera foschia. L’opposto di Bound 2, insomma, dove lui e la moglie Kim simulano un rapporto su una moto in corsa.

Il 3 febbraio è uscito il video del singolo FourFiveSeconds sul canale Yotube di RiRi. Rihanna insieme a Kanye e Paul McCartney, due pezzi da 90 impegnati in un arrangiamento acustico che sa molto di ballata.

Durante la cerimonia di premiazione dei Grammy Ye ha monopolizzato Twitter perché è salito velocemente sul palco fingendo di voler interrompere il discorso di Beck che aveva appena ricevuto il premio per il migliore album dell’anno.
griot-magazine-kanye-west-grammy 2015

Subito dopo però ci è andato giù pesante. In un’intervista ha dichiarato che se Beck fosse stato un vero artista avrebbe dovuto dare il premio a Beyoncé perché era lei che lo meritava. Alcuni giorni dopo si è giustificato dicendo che erano state delle voci nella testa a dirgli di agire così e che le dichiarazioni su Beck erano errate e, soprattutto, erano state mal interpretate. Mmmm.

Giovedì scorso ha presentato alla NYFW la tanto attesa Yeezy Season One,  prima collezione del cantante per Adidas, e la YEEZY BOOST. La presentazione, realizzata in collaborazione con l’artista italiana Vanessa Beecroft, non aveva nulla a che vedere con le sfilate tipiche delle fashion week.
Non solo perché è stata trasformata in uno spazio performativo con una serie di modelli – uomini e donne – disposti in piedi in file super ordinate -una chiara citazione a uno dei lavori artistici della Beecroft -VB55 del 2005ma soprattutto perché il cast era molto diverso rispetto a quelli che si vedono nelle sfilate della NY Fashion Week dove, durante la stagione A/I 2014, il 78% dei modelli erano bianchi.

griot-magazine-vanessa beecroft, vb55_kanye west

VB55

C’erano uomini e donne di varie sfumature, diverse altezze e costituzione fisica, inclusa la star teenager di Instagram Luka Sabbat e il modello Ian Connor. Nonostante la disposizione ordinata, West ha affermato che si è ispirato a un momento di caos piuttosto che di ordine, in particolare alle rivolte scoppiate a Londra nel 2011 dopo l’uccisione da parte della polizia di Mark Duggan, che portarono a forme di antagonismo razziale sfociate poi in ulteriori proteste e saccheggi. La performance è stata accompagnata dalle note della nuova traccia di West, Wolves.

griot-magazine-kanye-new-york-fashion-week-autumn-winter-2015-2016-2

Foto di Evan Schreiber

griot-magazine-kanye-west-adidas-originals-yeezy-footwear-collection-00

Per finire – si fa per dire – domenica scorsa, in occasione del 40° anniversario del Saturday Night Live, Kanye si è esibito in una performance notevole, presentando tre pezzi: —Jesus Walks (singolo estratto dall’album The College Dropout, del 2003), Only One e Wolves, nuova collaborazione con Vic Mensa e Sia.

SEGUI GRIOT Italia su Facebook, Instagram e Twitter

Vuoi segnalare un progetto o news che vorresti leggere su GRIOT? Scrivi a tips@griotmag.com

The following two tabs change content below.
Johanne Affricot

Johanne Affricot

Arti visive e performative, cultura, musica, viaggi: vivrei solo di questo. Culture curator, la curiosità è il mio pane quotidiano. Estremamente golosa, non provate mai a fare la scarpetta nel mio piatto... potrei anche mordere.