Heavy Metal Africa | Ecco la scena metal africana che non conoscevate

Heavy Metal Africa | Ecco la scena metal africana che non conoscevate


Per qualche strana ragione gli stereotipi legati alla musica che ascoltiamo sono sempre tra i più duri a morire. Questo è dovuto a molte ragioni: da una parte alla provenienza geografica si lega sempre il pregiudizio, dall’altra la norma è accontentarsi di quel che ci viene detto senza fare troppe domande. Facciamo nostro il primo cliché a disposizione e via così: il miglior indie rock è quello britannico, la musica reggae e dancehall sono generi peace&love ecc…

Bene, se si parla di heavy metal a sfatare i miti ci pensa il libro di Edward Banchs “Heavy Metal Africa: Life, Passion, and Heavy Metal in the Forgotten Continent”, un’avventura musicale e antropologica che attraversa Madagascar, Sudafrica, Botswana, Kenya, Zimbabwe, Isole Mauritius e Reunion.

Edward Banchs è un metallaro da sempre e ha fatto un master in Studi Africani alla SOAS di Londra. Nel 2007 ha iniziato a interessarsi alla scena metal in Africa e frustrato dalla scarsità di informazioni a riguardo, ha iniziato ad accumulare materiale lui stesso. Così è nata l’idea del libro che poi lo ha portato in giro per l’Africa ad incontrare le band locali.

Scoprite qualcosa in più sul libro qui.

Immagine di coperina via facebook

SEGUI GRIOT Italia su Facebook, e @griotmag su Instagram e Twitter

Vuoi segnalare un tuo progetto o news che vorresti leggere su GRIOT? Scrivi a info@griotmag.com

The following two tabs change content below.

GRIOT

Condividere. Ispirare. Diffondere cultura. GRIOT è una piattaforma, un collettivo di artisti, creativi e produttori culturali che celebrano e producono Arti, Cultura, Musica, Stile, legati all'Africa e alla sua diaspora, agli Italiani Africani, ad altre culture e contaminazioni, in Italia e nel mondo.