Dopo Harvard Rihanna riceverà un’altra corona dalla Parsons School Of Design

Dopo Harvard Rihanna riceverà un’altra corona dalla Parsons School Of Design


Badgal, Riri, Fenty. Rihanna ormai vanta diversi alter ego. C’è chi l’ama follemente e chi per lei farebbe pazzie, chi invece non la tollera per niente, ma a noi questo non importa e neanche a quelli della Parsons School Of Design che hanno deciso di premiarla con la 69th annual Parsons Benefit, un riconoscimento per aver ispirato ed incoraggiato con la sua musica e il suo stile milioni di persone, soprattutto giovani donne.

Il 22 maggio, oltre a Rihanna, saranno premiati anche Karen Katz, del gruppo retail Marcus Neiman, e la designer Eileen Fisher.

La Parsons School Of Design è una delle istituzioni creative più importanti al mondo – insieme alla Central Saint Martins di Londra – fondata nel 1919 a New York. Inutile dirvi che in questo spazio si sono formati designer come Alexander Wang, Isaac Mizrahi, Tom Ford, Jason Wu, Marc Jacobs e anche il nostro Edward Buchanan.

In passato questo riconoscimento è scivolato tra le mani di altri big, Donna Karen e Marc Jacobs.Ora è il turno della reginetta del pop che tra una hit e l’altra e una tournée mondiale sold out è riuscita ad imporsi sulla scena come una vera icona, anche fuori dai margini dell’industria musicale, come il collega Kanye West.

Che il nome Rihanna sia sinonimo di successo non lo pensano solo le teeneger e gli esperti di comunicazione e marketing, che hanno arricchito il suo curriculum e gonfiato il suo conto in banca, ma anche la prestigiosa università di Harvard che lo scorso febbraio l’ha insignita del Humanitarian Award by Harvad Foundation, per il suo operato presso l’ospedale Queen Elizabeth di Bridgetown (Barbados) in cui la cantante ha sostenuto la realizzazione del reparto di oncologia e prevenzione del tumore al seno. Oltre a questo l’università le ha riconosciuto soprattutto il lavoro svolto con la sua fondazione Clara Lionel Fondation.

SEGUI GRIOT Italia su Facebook, e @griotmag su Instagram e Twitter

Vuoi segnalare un tuo progetto o news che vorresti leggere su GRIOT? Scrivi a info@griotmag.com

The following two tabs change content below.
Gaylor Mangumbu

Gaylor Mangumbu

È impossibile crescere a Roma senza interessarsi all'arte, allora che fai? Studi tutto quello che la mamma crede sia sbagliato per te: Accademia di Belle Arti prima, e Moda e Costume dopo, incastrando nel mezzo la passione per le sneaker, il cinema,la fotografia, la musica e il gelato al gusto di mango.

+ There are no comments

Add yours